Pubblicazione: 14/10/2020  |  Scadenza: Ultimo aggiornamento: 2020-10-14 19:28:39

Il sottosegretario al Ministero dell’Università e della Ricerca Giuseppe De Cristoforo in visita all’Università Magna Graecia di Catanzaro




Le prospettive future dell’Università e la didattica, la ricerca e il diritto di studio al tempo del Covid sono state al centro dell’incontro che si è tenuto nell’Auditorium del Campus dell’Università Magna Graecia tra gli Organi accademici e il Sottosegretario al Ministero dell’Università e della Ricerca Giuseppe De Cristofaro.
La visita del Sottosegretario De Cristofaro si è inserita nell’ambito di una campagna di ascolto che ha avviato tra gli Atenei italiani per un focus sullo stato del sistema universitario alla prova della ripartenza con il nuovo anno accademico e per cogliere utili spunti e riflessioni per un lavoro sinergico di prospettiva che veda l’Università protagonista del rilancio del Paese.
“La visita – ha riferito il Sottosegretario De Cristofaro – è stata di grande utilità perché mi ha permesso di conoscere realtà come questa Università che ha saputo reagire con tempestività alla pandemia, sperimentando forme innovative di didattica ed ora guardo con interesse all’utilizzo della didattica mista per recuperare la fondamentale componente della socializzazione insita nella formazione. Trasformare la crisi in opportunità è la sfida che ci aspetta per dare centralità all’Università quale grande infrastruttura
civile del Paese. Un tema centrale – ha concluso il Sottosegretario De Cristofaro – è quello del diritto allo studio per porre rimedio alle diseguaglianze che questa pandemia ha accentuato”.
Il Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro Giovambattista De Sarro ha accolto il Sottosegretario De Cristofaro ed ha presentato i dati importanti dell’Ateneo ed i risultati conseguiti per quanto riguarda didattica e ricerca che spingono sempre di più gli studenti a scegliere l’Università catanzarese, prova ne sono l’elevato numero di domande registrato per le immatricolazioni e la partecipazione alle prove di ammissione ai corsi di laure a numero programmato nazionale.
In evidenza la virtuosità dell’Università Magna Graecia, che vede, negli ultimi anni, una tendenza in crescita per quanto riguarda il Fondo di finanziamento ordinario, ponendosi poi tra i primi posti in Italia per la capacità assunzionale.
Nelle parole del Rettore la consapevolezza di essersi fatti trovare pronti di fronte all’emergenza covid19, cogliendo le opportunità date dalla tecnologia, con la prospettiva ora di una modalità mista per garantire l’effettiva partecipazione di tutti gli studenti ai diversi momenti della didattica e formazione.
A seguire sono intervenuti il Presidente del Senato Accademico Giuseppe Viglietto, il Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Sociologia Geremia Romano, il Prorettore alla Didattica Agostino Gnasso, il Delegato alla Ricerca Gianni Cuda, il Presidente della Conferenza dei Presidenti delle Accademie Statali Giuseppe Soriero, il Presidente della Fondazione UMG Valerio Donato.

 

800 453 444 Lun. - Ven. dalle 09:00 alle 18:00 e Sab. dalle 9:00 alle 13:00