Ultimo aggiornamento: 2016-03-30 12:20:17

Fatturazione Elettronica


Dal 31 marzo 2015 tutti i fornitori e prestatori di servizi dell’Università degli Studi di Catanzaro devono produrre esclusivamente fatture elettroniche nei confronti delle unità organizzative.

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013 ha introdotto l’obbligo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione secondo quanto previsto dalla Legge 244/2007 art. 1 commi da 209 a 214.

Qualora il fornitore emetta fattura cartacea con data pari o successiva al 31 marzo 2015, l’Università degli Studi di Catanzaro provvede a restituirla.

Tutte le fatture devono obbligatoriamente riportare i seguenti dati:

  • codice univoco ufficio rilasciato dall'IPA dell'unità organizzativa a favore della quale la fattura è stata emessa
  • CUP e CIG, nei casi obbligatori per legge.

Nel sito www.fatturapa.gov.it è possibile reperire le informazioni necessarie al fine di facilitare la predisposizione della fattura elettronica.

Tutte le operazioni di ricevimento, riconoscimento e accettazione o rifiuto delle fatture elettroniche sono effettuate mediante il sistema SDI (Sistema di Interscambio), mentre i pagamenti continuano ad essere effettuati con le modalità correnti.

Il codice IPA dell'unità organizzativa che ha emesso l'ordine, con la quale è stato stipulato il contratto o che ha inviato la comunicazione per l'emissione, dev'essere indicato nella fattura. Il codice IPA per le strutture dell'Ateneo è reperibile dal sito www.indicepa.gov.it.

L'assenza del codice IPA comporta il rifiuto della fattura dal Sistema di Interscambio (SDI).