Pubblicazione: 15/11/2018 Ultimo aggiornamento: 2018-11-15 13:13:54

Giro di boa della COST Action dell’Università Magna Græcia di Catanzaro in campo chimico farmaceutico


La COST Action MuTaLig CA15135, coordinata da Stefano Alcaro, ordinario di Chimica Farmaceutica dell’Ateneo catanzarese, ha completato il primo biennio di attività ed ha iniziato il successivo con il terzo meeting annuale che si è svolto presso l’Università di Malta, nella storica residenza del Rettorato della Valletta, dal 18 al 19 ottobre 2018. Come previsto dal progetto MuTaLig, nella seconda parte della COST Action si inizia a dare particolare evidenza a ricerche ed iniziative scientifiche che, attraverso il paradigma del multi-target drug discovery, si traducono in applicazioni a caratterizzazione industriale. Infatti, nel programma del meeting ampio spazio si è riservato per relazioni plenarie tenute da rappresentanti di startup e spinoff universitari (Molirom, Lead Discovery Siena, Biki Technologies, Heptares Therapeutics, Nostrum
Biodiscovery) che operano in Italia, Spagna e Regno Unito. Un’altra relazione plenaria è stata tenuta da Paola Barraja (Università degli Studi di Palermo), che ha illustrato un interessante studio di riposizionamento di farmaci in chiave poli-farmacologica e che, in qualità di associate editor della prestigiosa rivista European Journal of Medicinal Chemistry (Elsevier), ha fornito aggiornamenti sullo special issue dedicato al topic della COST Action, di cui Stefano Alcaro e Francesco Ortuso sono fungono da guest editors. Altri esperti appartenenti ai quattro working groups della comunità MuTaLig, che attualmente conta oltre 500 scienziati internazionali, hanno completato la discussione. Globalmente 6 letture plenarie, 20 comunicazioni orali e
48 poster sono stati presentati nel fitto programma della due giorni maltese. Anche in questa edizione, oltre al coordinatore, due dottorandi afferenti al corso di Dottorato in Scienze della Vita dell’Università Magna Græcia di Catanzaro hanno partecipato all’evento senza incidere sul loro budget dottorale e presentando i loro lavori di ricerca di tipo chimico-farmaceutico. Ad essi si è aggiunta anche una dottoranda del corso di Oncologia Molecolare e Traslazionale di Catanzaro che ha preso parte attivamente al meeting con altre comunicazioni scientifiche. La composizione dei partecipanti è stata consistente sia numericamente, pari a circa 120 unità, che qualitativamente, in quanto provenienti da
23 paesi differenti dei 33 che compongono il network MuTaLig. Tra essi anche nuovi partecipanti provenienti da istituzioni pubbliche e private, come l’Università di Malaga, di Milano, di Modena e Reggio Emilia, di Würzburg e l’Angelini SpA.
Durante questo meeting annuale, così come già avvenuto nei precedenti, si è riunito anche il Management Committee, che, grazie alla presenza di Lucia Forzi (Science Officer dell’Associazione COST di Bruxelles), ha fatto il punto su alcune opportunità di potenziamento e rimodulazione del budget per questo e il prossimo anno di vita della COST Action. Tra i principali punti evidenziati vi è l’opportunità di utilizzo e potenziamento della Chemotheca, strumento innovativo di chemocatalogazione sviluppato presso il CClab dell’UMG di Catanzaro e accessibile on line al sito web chemotheca.unicz.it. In relazione allo special issue “Multi-Target Drug Discovery: an opportunity for novel and repurposed bioactive compounds” 
www.journals.elsevier.com/european-journal-of-medicinal-chemistry/news/call-for-papers-for-two-new-special-issues
attualmente aperto sulla rivista European Journal of Medicinal Chemistry, una proroga di almeno un mese nella sottomissione sarà formalizzata e quindi i partecipanti della COST Action MuTaLig sono stati invitati a preparare i loro manoscritti in forma di review o di articolo originale da inviare entro fine anno. Altre due iniziative di grande interesse per le attività della COST Action sono rappresentate dalle borse di mobilità internazionale STSM aperte a tutti i partecipanti dei paesi aderenti alla rete MuTaLig e di partecipazione a conferenze scientifiche riservate ai soli paesi ITC (Inclusiveness Target Countries). Le scadenze per entrambe sono implementate on line nelle rispettive sezioni del sito web www.mutalig.eu.
Per quanto riguarda i successivi incontri il primo in programma la Training School “CA15135 multi-targeting Biophysical Training School” 
che sarà organizzata da Sheraz Gul presso il prestigioso istituto Fraunhofer-IME di Amburgo (Germania) dal 6 al 8 dicembre 2018. Le iscrizioni sono aperte fino al 16 novembre e le istruzioni di partecipazione disponibili al sito web www.mutalig.eu/training-schools nella relativa pagina. La partecipazione è particolarmente adatta a giovani ricercatori e dottorandi di tutta Europa. A questo incontro ne seguiranno altri due già programmati per il 2019, ovvero il terzo WG meeting a Parigi (23-24 febbraio) e il convegno congiunto “Paul Ehrlich Euro-PhD Network & MuTaLig COST Action” a Catanzaro (13-15 giugno).
Alla fine della due giorni maltese, seguendo la consolidata tradizione dei precedenti incontri, nella tavola rotonda conclusiva i principali punti trattati in questo proficuo terzo meeting annuale della MuTaLig COST Action sono stati riassunti e si è proceduto alla consegna dell’attestato per il miglior poster individuato da una commissione costituita da tre esperti industriali. Il vincitore è risultato il poster 46 “Multifunctional ligands targeting cholinesterases, 5-HT6 receptors and β-amyloid.” presentato da Anna Wieckowska  della Jagiellonian University Medical College di Cracovia (Polonia).

 

800 453 444 Lun. - Ven. dalle 09:00 alle 18:00 e Sab. dalle 9:00 alle 13:00