Pubblicazione: 20/11/2018 Ultimo aggiornamento: 2018-11-20 11:11:39

E’ stato pubblicato su Nature Precision Oncology un articolo su una ricerca coordinata dall'UMG


E’ stato pubblicato su  Nature Precision Oncology un articolo che propone un esame del sangue che misura la conduttività delle molecole secrete dalle cellule per discriminare con precisione tra i pazienti che hanno il cancro e quelli che non lo fanno.

Un team composto da molti ricercatori coordinati da Natalia Malara dell'Università Magna Graecia,  da Enzo Di Fabrizio della King Abdullah University of Science and Technology di Thuwal, Arabia Saudita, Francesco Gentile dell'Università Federico II di Napoli, Nicola Coppedè dell' Istituto di materiali per l'elettronica e il magnetismo di Parma, Maria Laura Coluccio e specialisti dell’Università Magna Greacia, in Italia, ha creato un dispositivo elettrochimico in grado di rilevare il metabolismo difettoso delle cellule come un indicatore di divisione cellulare anormale, di proliferazione e invasione.

Il dispositivo,“molecografo”, basato su dei polimeri conduttivi, misura la variazione di conduttività indotta dalla proporzione dei protoni liberi titolabili contenuti nei cataboliti cellulari secreti. I risultati ottenuti identificano i pazienti oncologici con un alto grado di accuratezza. Il test, combinando nano tecnologia e protocolli avanzati di medicina traslazionale, se confermato in studi più ampi, potrebbe aiutare nello screening e diagnosi del cancro utilizzando un'unica strumentazione contenuta nel palmo di una mano.


 

800 453 444 Lun. - Ven. dalle 09:00 alle 18:00 e Sab. dalle 9:00 alle 13:00