Pubblicazione: 22/11/2018 Ultimo aggiornamento: 2018-11-22 09:23:15

Un lavoro pubblicato recentemente dal gruppo di proteomica dell’UMG è stato selezionato per la Front cover della rivista 'Proteomics Clinical applications'


Il lavoro “Integration of ‘omics’ strategies for biomarkers discovery and for the elucidation of molecular mechanisms underlying Brugada Syndrome”, pubblicato recentemente dal gruppo di proteomica dell’università Magna Graecia di Catanzaro è stato selezionato per la Front cover della rivista “ Proteomics Clinical applications”.
Il lavoro, coordinato e diretto dalla Dr. Domenica Scumaci e dal prof. Giovanni Cuda, è stato frutto di una collaborazione internazionale che ha visto la partecipazione del prof. Ramon Brugada del Cardiovascular Genetics Center, Gencardio Institut d'Investigacions Biomèdiques de Girona (IDIBGI) e del Prof. Antonio Oliva dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e dei relativi gruppi di ricerca.Il prof R. Brugada è uno dei più eminenti studiosi della sindrome di Brugada, una patologia cardiaca genetica ereditaria che può causare la morte improvvisa in pazienti giovani che presentano un cuore strutturalmente sano.
Il lavoro descrive un approccio “multi-omico” integrato per l’identificazione di nuovi biomarcatori plasmatici precoci e per la delucidazione dei pathways di patogenesi che sottintendono la malattia. https://onlinelibrary.wiley.com/toc/18628354/2018/12/6

 

800 453 444 Lun. - Ven. dalle 09:00 alle 18:00 e Sab. dalle 9:00 alle 13:00