Pubblicazione: 07/11/2022  |  Scadenza: Ultimo aggiornamento: 2022-11-07 11:03:27

Controllo venatorio del cinghiale: spunti di riflessione




Venerdì 28 ottobre presso l’Università Magna Græcia di Catanzaro si è tenuto il seminario dal titolo “Controllo venatorio del cinghiale: Spunti di riflessione”, prima occasione di incontro tra docenti, medici veterinari esperti in sanità animale e igiene degli alimenti e il mondo venatorio e rurale.

Al seminario, organizzato dal Prof. Antonino Fiorillo (Docente di Elettronica – Dipartimento di Scienze della Salute) erano presenti i relatori Prof. Domenico Britti (Presidente della Scuola di Farmacia e nutraceutica dell’Ateneo), il Prof. Pietro Guzzi (Docente di Informatica del Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche), il Dottor Roberto Macrì (Vice Presidente AIVI -Associazione Italiana Veterinari Igienisti), il Dott. Giuseppe Principato (Medico Veterinario ASP Catanzaro). Erano inoltre presenti, fra il pubblico, i responsabili ed alcuni membri delle Associazioni MAC (Movimento Amici della Caccia), ARC (Associazione Rurale Calabrese), FIDC (Federazione Italiana della Caccia), e la Società Italiana Pro Segugio.

Molti i temi trattati, dalle modalità di caccia al cinghiale (per il controllo della specie e il controllo della diffusione di malattie infettive e parassitarie per l’uomo e per le specie domestiche di interesse zootecnico e non), al consumo delle carni di selvaggina inserite in una possibile filiera di trasformazione.

Si è parlato, tra le altre cose, del tema dello smaltimento delle carcasse di animali risultati non idonei al consumo. Il seminario si è concluso con l’auspicio che tale costo di smaltimento, rientrando in un atto comunque di pubblica utilità, non sia da addebitare al mondo venatorio bensì come avviene in altri campi, basti pensare alla normativa RAEE per lo smaltimento dei dispositivi elettronici o alla normativa per lo smaltimento dei farmaci scaduti, si individuino le opportune vie tracciabili per il conferimento di tali carcasse.


 

800 453 444 Lun. - Ven. dalle 09:00 alle 18:00 e Sab. dalle 9:00 alle 13:00