Pubblicazione: 05/12/2022  |  Scadenza: Ultimo aggiornamento: 2022-12-05 11:51:43

Si è svolto, in data 2 dicembre u.s. il Convegno sul tema 'L’ergastolo ostativo. Il problema e le implicazioni costituzionali'






Si è svolto, in data 2 dicembre u.s., presso il Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Sociologia dell’Università Magna Graecia di Catanzaro (UMG) un interessantissimo Convegno sul tema: “L’ergastolo ostativo. Il problema e le implicazioni costituzionali”, avente ad oggetto il regime detentivo dei condannati all’ergastolo per alcuni allarmanti reati (di tipo mafioso, terroristico, eversivo e altri ancora), rispetto ai quali la possibilità di accesso ai cc.dd. benefici penitenziari è stata tradizionalmente subordinata alla collaborazione con la giustizia.
L’iniziativa – organizzata e fortemente voluta dal Professor Fulvio Gigliotti, Ordinario di Diritto privato presso l’UMG , ma anche componente (e Direttore del relativo Ufficio Studi) del Consiglio Superiore della Magistratura (e proprio in quest’ultima veste promotore dell’evento) – ha registrato una eccezionale affluenza di pubblico, vedendo la partecipazione (oltre che di numerose Autorità, civili e militari) di oltre quattrocento persone tra Docenti, Magistrati, Avvocati e studenti, che hanno seguito con grande interesse e partecipazione il dibattito. La straordinaria rilevanza dell’evento è stata ulteriormente  consolidata dall’attenzione che alla stessa ha riservato – offrendola alla fruizione di un ben più vasto pubblico – radioradicale  (che ha curato la messa a disposizione, sul proprio sito e nel proprio archivio, della ripresa audiovisiva di tutto il convegno, interamente accessibile all’indirizzo www.radioradicale.it)
Presentato e introdotto dal Prof. Fulvio Gigliotti  – che ha percorso, nella prolusione di apertura, l’evoluzione normativa e giurisprudenziale del tema oggetto di discussione, avuto anche riguardo alla giurisprudenza CEDU e alle implicazioni di rilievo costituzionale ad esso sottese, fino agli ultimi sviluppi in corso e alla considerazione del recentissimo decreto legge n. 162/2022, il cui esame è attualmente all’attenzione del Parlamento – il dibattito (moderato dal giornalista e saggista Massimo Tigani Sava) ha visto confrontarsi, con pluralità di vedute e prospettive,  autorevoli e qualificatissimi relatori, protagonisti (sulla scena nazionale e internazionale) di più ampie riflessioni sui problemi della Giustizia.
Dopo i saluti introduttivi del Direttore del Dipartimento (Prof. Geremia Romano) e dei responsabili delle strutture per le quali l’evento è stato accreditato  – D.ssa. D. Donato, per la SSM, formazione decentrata di Catanzaro; e Avv. Antonello Talerico, Presidente del COA di Catanzaro – ha preso la parola l’On. Wanda Ferro, Sottosegretario di Stato, la quale ha dato conto, diffusamente, degli indirizzi di Governo in materia.
Sono poi seguiti, nell’ordine, gli interventi di Bernardo Petralia, già Capo del Dipartimento Amministrazione penitenziaria; Gherardo Colombo, storico protagonista del pool di magistrati di Mani pulite; Antonino Di Matteo (sostituto procuratore nazionale antimafia e componente del Consiglio Superiore della Magistratura) e Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica di Catanzaro, entrambi magistrati simbolo del contrasto alla criminalità mafiosa; Raffaele Sabato, giudice CEDU e Davide Galliani, Professore nell’Università di Milano.
Tutti gli interventi, di grandissima qualità e spessore, sono stati assai apprezzati dal foltissimo pubblico presente, arricchito dalla appassionata partecipazione di moltissimi studenti, particolarmente coinvolti, soprattutto, dalle riflessioni del Procuratore N. Gratteri e del Consigliere A. Di Matteo, ai quali hanno tributato lunghi e sinceri applausi.
Assai soddisfatto della riuscita dell’iniziativa l’organizzatore dell’evento, Prof. Fulvio Gigliotti, il quale ha ringraziato tutti gli intervenuti (e in particolar modo i qualificatissimi Relatori), sottolineando che i moltissimi e significativi spunti emersi durante il dibattito – offerti da così autorevoli, qualificati ed esperti specialisti –potranno offrire sicuri ed autorevoli indirizzi di orientamento allo stesso legislatore, proprio in questi giorni impegnato a regolare la materia, così portando sulla scena nazionale le attività e le iniziative culturali promosse all’interno dell’Ateneo catanzarese.




Allegato:
Pubblicato in data: 05/12/2022

Photogallery

 

800 453 444 Lun. - Ven. dalle 09:00 alle 18:00 e Sab. dalle 9:00 alle 13:00