Ultimo aggiornamento: 2021-11-18 10:45:34

Multifunction Assistant for liTtle Kids and the Elderlyng


Multifunction Assistant for liTtle Kids and the Elderlyng - Cinturino multiuso intelligente, programmabile a distanza, a supporto delle necessità della vita quotidiana, alle fasce deboli della popolazione (anziani, bambini, ammalati)

Asse 1 Priorità di investimento 1.b Azione 1.1.3 LDR

Descrizione Progetto:
Il progetto MATE - (Multifunction Assistant for liTtle kids and the Elderly) è un sistema intelligente nato per supportare i pazienti con leggero declino cognitivo, che affligge una fetta sempre maggiore della popolazione anziana con conseguente perdita dell’autonomia.
MATE è stato ideato e sviluppato dal CR Neuroscienze, diretto dal Prof. Aldo Quattrone, in collaborazione con i suoi partner di progetto, e si compone di un braccialetto elettronico e di una app per tablet o smartTV che segue passo-passo il paziente nel processo telematico di neuroriabilitazione.
L'obiettivo finale del progetto MATE è stato non solo lo sviluppo del sistema combinato braccialetto e app, ma anche la sua sperimentazione e la dimostrazione delle sue potenzialità su un gruppo di pazienti arruolati presso il centro di ricerca del Prof. Quattrone.
I pazienti e i loro caregiver sono stati coinvolti attivamente per due settimane nel protocollo di neuroriabilitazione cognitiva presso le loro abitazioni, dimostrando al termine del protocollo un miglioramento nel dominio dell’orientamento spaziale e temporale, nonché dell’attenzione sostenuta.
Un altro vantaggio dell’utilizzo del sistema MATE è stato il miglioramento dell’umore e dell’autonomia del paziente. Un importante aspetto è stato il risparmio economico per il paziente e i familiari, avendo svolto il protocollo di neuroriabilitazione da casa, senza dover effettuare spostamenti.
Il risparmio economico è stato anche per il servizio sanitario nazionale/regionale, dal momento che la tele-neuro-riabilitazione è stata realizzata a domicilio.
I risultati ottenuti hanno dimostrato che il sistema MATE sembra essere la soluzione ideale per i pazienti con deficit cognitivo, per i caregiver, per gli esperti/clinici specialisti e per gli istituti sanitari o centri di riabilitazione. Di fatti, la componente cognitiva e neuropsicologica di pazienti affetti da malattie neurodegenerative allo stato attuale è uno degli aspetti più complessi e dispendiosi sia per il paziente e i suoi familiari e/o caregivers, sia per il sistema sanitario nazionale. Il paziente, attraverso la riabilitazione cognitiva, riesce a migliorare o almeno a mantenere stabili le proprie condizioni cliniche e a preservare le necessarie abilità della vita quotidiana grazie al monitoraggio real-time della effettiva e corretta esecuzione degli esercizi e alla possibilità di adattare il protocollo in base ai risultati raggiunti.
Lo sviluppo, la realizzazione e la sperimentazione del prototipo di dispositivo MATE hanno inoltre permesso di ottenere preziose informazioni sulla funzionalità e sulla performance della tecnologia di telemedicina. Tali preziose informazioni rappresentano un punto di partenza fondamentale per la fase successiva di industrializzazione del prodotto ai fini della sua produzione in serie e della sua commercializzazione

Centro di Servizi e Ricerche “Genomica e Patologia Molecolare” – UMG
CIS “Genomica e Patologia Molecolare”
Responsabile Scientifico del Progetto: Prof. Aldo Quattrone
 
Partnership:
Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro

Biotecnomed SCARL

Progesi SpA

Contributo MISE relativo all’UMG: € 613.714,50
Data inizio attività: 01/03/2017
Data fine attività: 31/05/2021

800 453 444 Lun. - Ven. dalle 09:00 alle 18:00 e Sab. dalle 9:00 alle 13:00